La strategia di tutela dei marchi: dal presente al futuro

29.06.2019

#YOUFMLARETE: CondiVivere la Tua Azienda

Il 5 giugno scorso la nostra Rete d’Impresa YOUFM ha organizzato e promosso un incontro che ha affrontato la tematica relativa  “La strategia di tutela dei marchi: dal presente al futuro”, tema trattato da Federico Faggioli, Studio Torta S.p.A., studio specializzato in Proprietà intellettuale, partner di YOUFM,  prendendo in esame gli aspetti formali/normativi inerenti ai marchi, le strategie di tutela dei marchi ed infine le modalità di gestione di un portafoglio marchi.

Quanto è importante registrare un marchio?

Con riferimento agli aspetti normativi si è posta l’attenzione sui requisiti formali per la registrazione di un marchio, quali il carattere distintivo del segno e la novità. Sul carattere distintivo ci si è concentrati sulla differenza tra segni distintivi e segni descrittivi, sottolineando le conseguenze derivanti dalla scelta della tipologia di marchio oggetto di deposito. In questa fase si è affrontato anche l’istituto della volgarizzazione del marchio, a fronte dell’attività/inattività del suo titolare. Sulla novità si sono prese in esame le problematiche che possono derivare dalla registrazione ed uso di un segno privo del requisito della novità, vale a dire identico o simile a marchi anteriori, registrati nel medesimo settore merceologico o in settori affini. Successivamente si sono presentati gli strumenti previsti per poter dare corso ad una verifica sulla novità di un segno, con particolare attenzione alle varie tipologie di ricerche propedeutiche alla registrazione di un marchio.

L’opportunità di tutelare i propri diritti

Il passaggio dell’intervento che ha considerato le strategie di tutela del marchio si è concentrato sui vari strumenti riconosciuti per ottenere la tutela, quali i depositi nazionali, il marchio Europeo e le convenzioni internazionali per la tutela dei marchi. In questa fase si sono sottolineate le differenze tra i vari istituti e l’opportunità di tutelare i propri diritti, a fronte delle effettive esigenze commerciali e/o strategiche dell’azienda, che devono essere valutate quantomeno a medio termine.

Come gestire il portafoglio marchi di un’azienda

Da ultimo, l’intervento si è concentrato sulla gestione del portafoglio marchi di un’azienda, con particolare attenzione sulle modalità d’uso del marchio e le attività di sorveglianza. Sulle modalità d’uso si è posta particolare attenzione sulla necessità di utilizzare il marchio nella veste grafica del deposito o in una veste che non ne alteri il carattere distintivo, con la conseguente esigenza di valutare sempre con attenzione eventuali futuri restyling del marchio, a fronte dei vincoli normativi. Sulle sorveglianze si sono esposte le varie tipologie si sorveglianze attuabili, con particolare attenzione all’attività di web-monitoring, quale strumento utile per la contestazione dei prodotti contraffatti. Nel merito si sono sottolineati i vantaggi delle attività che possono essere messe in atto, a fronte di un sorveglianza, quali ad esempio le opposizioni amministrative e la rimozione dal web dei prodotti contraffatti.

La strategia di tutela dei marchi: dal presente al futuro

#YOUFMLARETE: CondiVivere la Tua Azienda Il 5 giugno scorso la nostra Rete d’Impresa YOUFM ha organizzato e promosso un incontro che ha affrontato la tematica relativa  “La strategia di tutela dei marchi: dal presente al futuro”, tema trattato da Federico Faggioli, Studio Torta S.p.A., studio specializzato in Proprietà intellettuale, partner di YOUFM,  prendendo in esame gli aspetti […]

Ultimi approfondimenti

Il progetto PDFOR Sport

PDFOR e lo Sport: la consulenza strategica sportiva “Non cambiamo perché questo è ciò che facciamo da sempre” “Non cambiamo perché questo è ciò che facciamo da sempre” è un concetto molto diffuso all’interno di Associazioni e Società Sportive italiane: questo però poteva rappresentare un modello di pensiero tipico di cinquant’anni fa, ma non più […]

Leggi di più

Dai 5 ai 18 anni: ecco le finalità della Federazione Italiana Sport Invernali

Qual’è il compito della FISI? Ce lo spiega Daniela Radice, Responsabile Marketing FISI (Federazione Italiana Sport Invernali) Comitato Appennino Emiliano    La Fisi, nasce nel 1920 come Federazione Italiana Sport Invernali. Il Comitato Appennino Emiliano è la rappresentanza regionale della FISI, Federazione Italiana Sport Invernali, nello Statuto risiedono tutte le finalità della Federazione. Ci impegniamo per […]

Leggi di più

Il facility manager, alleato aziendale per il “giusto freddo”

Il facility manager, alleato aziendale per il “giusto freddo” Riportiamo l’articolo pubblicato su “zerosottozero” nr.76 Settembre 2019 in cui è intervistata Elisabetta Bracci di Jump Facility che spiega qual è il ruolo del Facility Manager in Italia Il facility manager è un ruolo che sta prendendo piede anche in Italia. Tra le varie attività può […]

Leggi di più